Chirurgia nasale e naso-sinusale

E’ rivolta alla terapia chirurgica dei disturbi respiratori causati da varie patologie quali: la deviazione del setto nasale, la ipertrofia dei turbinati, la poliposi naso-sinusale, la deformazione postraumatica (fratture) della piramide nasale o le patologie del naso e dei seni paranasali resistenti alle terapie mediche.
Principali interventi:

  • Settoplastica per la risoluzione delle deviazioni del setto nasale
  • Interventi per la Ipertrofia dei turbinati nasali
  • Chirurgia endoscopica funzionale per la sinusite e i polipi nasali
  • Riduzione delle fratture della piramide nasale

Tutti i suddetti interventi possono essere eseguiti in anestesia locale o generale a seconda delle preferenze del chirurgo e/o del paziente. La degenza ospedaliera in tutti i suddetti casi varia dal day hospital sino ad un massimo di 4 – 5 giorni. Per la ipertrofia dei turbinati nasali il Dr Achena utilizza sia la turbinoplastica powered, per lo più in corso di Ess (chirurgia endoscopica naso-sinusale) metodica funzionale (cura il turbinato senza asportarlo) eseguita solitamente in anestesia generale che un altra metodica ambulatoriale da lui stesso messa a punto e presentata al congresso (presentata al Congresso Nazionale di Otorinolaringoiatria svoltosi a Genova nel 2001). Si inietta nel turbinato nasale inferiore, tramite un agocannula e previa anestesia locale della fossa nasale, un farmaco a base di glicerina. In un lasso di tempo compreso fra una e tre settimane il turbinato nasale si sgonfierà permettendo una migliore funzionalità oltre che una buona respirazione nasale.

 

Turbinato nasale inferiore ridotto di volume dopo la turbinoplastica “powered”

Turbinato nasale inferiore ridotto di volume dopo la turbinoplastica “powered”

Turbinato nasale inferiore prima dell’intervento

Turbinato nasale inferiore prima dell’intervento